Whats Hot

           

03/06/12

Tanto va la gatta al lardo...


Di notte russo, di giorno italiano - diceva un simpatico striscione di un tifoso, all'interno dello stadio di Zurigo. Nella serata di ieri però, i russi, almeno quelli in campo, erano assai più svegli degli italiani. La squadra di Advocaat appare fin da subito più spigliata e intraprendente, gioca un calcio semplice, quasi elementare, ma veloce ed efficace. I minuti passano con la sensazione che la manovra sterile ed inconcludente degli azzurri non possa portare a nulla di buono e nel frattempo i pericoli davanti alla porta di Buffon aumentano. La Russia crea almeno tre nitide occasioni nel primo tempo e colpisce anche un palo, l'Italia si rende pericolosa con Balotelli in una occasione e poco altro. Il tracollo avviene nel secondo tempo, quando varie disattenzioni della difesa azzurra consentono a Kerzhakov dopo quindici minuti e poi a Shirokov (30' e 44') di firmare le reti dell'incontro. Nel frattempo Prandelli effettua numerose sostituzioni che di certo non aiutano la squadra a reagire nè a trovare un equilibrio. Gli azzurri , che a leggere la formazione dovrebbero essere una squadra dalla spiccata vocazione offensiva, nel concreto riescono ad insidiare i russi in poche occasioni, e quelle poche le sprecano miseramente, come nel caso di Marchisio che davanti al portiere sbaglia un goal già fatto. Si consuma così la terza sconfitta consecutiva per la nazionale italiana, che nelle ultime tre partite non ha segnato nessuna rete. Il 10 giugno l'Italia debutterà ai campionati Europei affrontando la Spagna campione del mondo in carica.

Nessun commento:

Posta un commento