Whats Hot

           

27/07/13

Dopo l'atomica, la Corea del Nord pensa a Stramaccioni

Spaventare il mondo non basta. Dopo i recenti test missilistici e l'annuncio di possedere armi nucleari, la Corea del Nord, tramite la sua Federazione Calcistica starebbe pensando di affidare la propria nazionale di calcio all'ex tecnico dell'Inter Andrea Stramaccioni. A rivelarlo è un contadino di Hyesan, città nordcoreana al confine con la Cina, che ha pubblicato la notizia sul tronco di un albero di Ginkgo. 
Altro che guerra termonucleare, se l'indiscrezione fosse confermata, gli scenari derivanti da questa eventuale decisione andrebbero ben oltre ogni apocalittica ipotesi di distruzione planetaria. Stramaccioni ha concluso la sua esperienza nerazzurra perdendo 5 delle ultime 6 partite casalinghe di campionato e ben 8 delle ultime 11 trasferte. Un totale di 16 sconfitte in 38 partite, che rappresenta il peggiore risultato degli ultimi 60 anni, per l'Inter. Nessuno si è stupito del suo esonero. Una stagione durante la quale i nerazzurri hanno collezionato una serie impressionante di prestazioni negative e fischi su fischi in direzione dei principali attori di questo disastro. Quale micidiale combinazione esplosiva sarebbero capaci di produrre Stramaccioni e la Corea del Nord insieme? Meglio non pensarci, per il bene dell'umanità. 


Nessun commento:

Posta un commento