Whats Hot

           

17/09/13

Paulinho, il mitragliatore amaranto

Ai primi posti della classifica marcatori c'è un giocatore che, malgrado abbia esordito in massima serie nel lontano 2004, è ancora nuovo per la serie A: Paulo Sergio Betanin, conosciuto come Paulinho, già a quota 3 goal dopo altrettante giornate di campionato. La sua squadra, il neopromosso Livorno, ha 6 punti in classifica, frutto di due vittorie consecutive, un inizio che da quelle parti nessuno nemmeno si sognava. 
"E' maturato tantissimo sia come calciatore che come uomo. Sta dimostrando che anche in serie A può fare la differenza. E' la nostra punta di diamante e gode della fiducia dei compagni e di tutto l'ambiente."- così ne parla il tecnico degli amaranto, Davide Nicola. 
Nato il 10 gennaio del 1986, è cresciuto calcisticamente nella squadra brasiliana dello Juventude. Destro naturale, dotato di ottima tecnica individuale, è in grado di ricoprire praticamente tutti i ruoli dell'attacco. Dopo aver anche militato nel Grosseto e nel Sorrento, Paulinho ha contribuito in maniera determinante al ritorno del Livorno nella massima serie, segnando più di 20 reti nel corso dell'ultimo campionato cadetto e realizzando nella finale play-off il goal decisivo per la promozione. La partenza sprint dei toscani ha ovviamente scatenato l'entusiasmo della piazza livornese, che ora già si augura di poter ambire a qualcosa di più che una semplice salvezza. Ma attenzione, perchè i facili entusiasmi di settembre, spesso si spengono con i primi freddi.

1 commento:

  1. Di paulo ti sei dimenticato di dire :corre 90 min fa reparto da solo ed è immarcabile.Ha dribling secco e lunga progressione insomma un giocatore che paragonato hai DIVI della seri A è un fenomeno.Soltanto gioca ne Livorno e mi meraviglio come i famigerati procuratori cerchino a l estero i nomi strani i bluff e facciano pagare ai poveri presidenti valanghe di milioni per giocatori mediocri.Probabilmente gli interessi annebbiano la vista.

    RispondiElimina